Nelle scorse ore c’è stato un po’ di fermento attorno al nome di Battleborn, che secondo un recente report di Kotaku avrebbe potuto adottare presto il modello free-to-play. Tuttavia, la software house ha voluto fare chiarezza sulla situazione dichiarando che il gioco resterà esattamente com’è.

Una fonte vicina a Gearbox Software ha dichiarato, infatti, che il gioco d’azione multiplayer sullo stile di Overwatch dovrebbe cambiare formula e trasformarsi in free-to-play entro la fine dell’anno. La fonte anonima di Kotaku ha confidato che Gearbox e 2K potrebbero annunciare questo cambiamento durante i primi giorni di novembre.

A smentire le indiscrezioni ci ha pensato Randy Pitchford, responsabile di Gearbox Software, che con un paio di post su Twitter ha confidato che Battleborn non diventerà un free-to-play:

La software house lancerà nei prossimi mesi una versione Trial che permetterà ai nuovi utenti di provare senza alcun costo il gioco, con la possibilità di acquistare successivamente la versione completa e relativi DLC.

Trasformare un gioco venduto a prezzo pieno in un free-to-play non è una novità in casa 2K, che già aveva dato dimostrazione di cambiare strategia in corsa qualche mese fa con Evolve, il titolo multiplayer di Turtle Rock che è ora disponibile per il download gratuito (solo su PC) grazie alla versione Stage 2.