Phageborn: alla scoperta delle fazioni

Scopriamo i vari clan presenti nel nuovo gioco di carte collezionabili targato Games Revolted.

Dopo essere aver fatto una breve panoramica delle meccaniche di base di Phageborn Online Card Game, nuovo gioco di carte collezionabili in uscita nei prossimi mesi, oggi andiamo ad approfondire alcuni aspetti del gioco, partendo dalla lore e da come essa influenzi le meccaniche di gameplay. Già, perché le fazioni disponibili in Phageborn, la loro storia e le loro caratteristiche, danno vita a meccaniche uniche e combinazioni a dir poco interessanti.

Andiamo dunque ad approfondire le tre principali casate disponibili durante la closed beta, in corso durante queste settimane, alle quali è possibile iscriversi direttamente dal sito ufficiale di Phageborn Online Card Game, per essere così tra i primi a provare la nuova creazione di casa Games Revolted.

Un possente condottiero Drakkorith alla guida del suo esercito

DRAKKORITH

La prima razza che andiamo ad approfondire sono i Drakkorith, una razza di fieri e orgogliosi combattenti guidati dal nobile re Tyberiuth. Le loro caratteristiche distintive risiedono nella superiorità militare, soprattutto dal punto di vista della tattica e dell’azione di guerra, forti anche di una prestanza fisica notevole che conferisce loro grande vantaggio nel combattimento corpo a corpo. I guerrieri Drakkorith sono un esempio di fedeltà al proprio sovrano che si dice derivi i propri poteri dalla Trinità di Draghi Divini, ancora più venerati del sovrano stesso. Con la nascita del nuovo principe, figlio di Tyberiuth, nuove forze si stanno risvegliando nell’ombra e sono pronte ad abbattere la loro scure sul mondo Drakkorith, il cui impero, che per secoli si vide inattaccabile, è ora costretto ad affrontare la più grande minaccia mai vista.

Lo stile della fazione Drakkorith è quanto di più aggressivo ci possa essere in un gioco di carte. Guerrieri dotati forza sovrumana e comandanti pronti a scagliarsi in prima linea assieme ai loro soldati sono la chiave di volta per utilizzare al meglio questa fazione. Le carte Drakkorith sono le migliori in quanto a combattimento diretto, con alti valori di forza e difesa che le rendono resistenti ad attacchi multipli e capaci di abbattere molti nemici in un colpo solo.

I loro comandanti non hanno paura di scendere sul terreno di gioco, pronti a sacrificare la propria salute per assistere le proprie truppe, ma sono tutt’altro che invincibili. La loro forte enfasi sul combattimento li rende vulnerabili alle interruzioni, alle carte che potrebbero impedire gli attacchi o impedire loro di effettuare scambi favorevoli. Fazioni in grado di controllare al meglio il proprio posizionamento sul terreno di gioco potrebbero mettere i guerrieri Drakkorith in seria difficoltà.

I Corrotti marciano nell’oscurità

CORROTTI

Quando i Celestiali Divini divennero aspetti di morte, la Terra cadde e la Corruzione si sparse nel mondo. L’intera razza umana fu macellata senza nemmeno concedergli la possibilità di combattere. Una piccola porzione di esseri umani fu scelta per reincarnarsi nei Precursori, scelti per servire la Corruzione guidando un’armata di orrori, divenendo gli agenti dell’apocalisse, in grado di spargere senza sosta morte e distruzione.

Se essi dovessero mettere le mani sui bambini di Phageborn e corrompere la loro mente, non sarebbe possibile neppure lontanamente immaginare quali sarebbero le conseguenza non solo nel mondo, ma nell’intero universo.

Orde di orrori attraversano il Vuoto tramite portali magici

OBLIVION

Entità potentissime provenienti dal Vuoto, una dimensione separata dal resto dell’universo, ritenuta essere completamente avversa ad ogni forma di vita. Gli esseri appartenenti a questa fazione cacciano e divorano le loro prede per assorbirne l’energia vitale per crescere ed evolvere. Le Orde di Oblivion sono guidate dal loro Primes, un’entità estremamente intelligente con immensi poteri di telecinesi e incredibili abilità appartenenti all’altro mondo. I Primes sono anche responsabili della creazione di profonde spaccature della realtà che permettono alle loro Orde di uscire dal Vuoto e colonizzare altri mondi. Ciò che vogliono è divorare Phagebron così da ascendere a creature di incommensurabile potere.

La loro strategia principale è quella di copiare le tattiche e le unità avversarie, alcune volte addirittura prendendo direttamente il controllo di creature a loro inferiori. Affrontare questa fazione può risultare davvero insidioso. L’Oblivion ha sempre qualche trucchetto di riserva, e le sue unità sono rapide e letali, mentre i comandanti preferiscono dirigere la battaglia dalle retrovie tramite una quantità notevole di incantesimi e stregonerie piuttosto che esporsi a un possibile contrattacco nemico.

A volte però il loro punto di forza può risultare anche il loro punto debole, dovendo affrontare spesso situazioni di mancanza di carte dovute a un uso eccessivo di creature o magie a basso costo. In ogni caso il loro punto di forza non è tanto la possanza delle creature quanto piuttosto il loro numero… intere orde di orrende creature sono pronte ad attraversare il Vuoto.

Ascesi pronti ad affrontare l’Apocalisse

ASCESI

Quando la Terra stava affrontando la Grande Apocalisse, gli Ascesi non erano nient’altro che semplici umani intenti ad affrontare la morte per mano dei Celestiali Caduti. Solo un manipolo di umani fu salvato dai Celestiali dell’Equilibrio, gli unici protettori divini che, in qualche modo, non vennero affetti dalla maledizione della Corruzione.

Questi umani elargiti della vita e di poteri spirituali dai Celestiali, divennero infaticabili portatori di vendetta che giurarono di fermare e eradicare la Corruzione ovunque essa potesse nascondersi, così da prevenire la caduta di qualunque altra civiltà sotto i suoi orrori.

Creature Vestige, una volta devote alla natura, ora mostruose entità

VESTIGE

Gli stregoni Vestige senza età, protettori e conservatori della natura di Issilith, sono rimasti a lungo dormienti. Ora, con la reincarnazione del Dio primordiale dell’Apocalisse, Phageborn, si sono nuovamente svegliati per proteggere il mondo. Ma con la nascita del Phageborn, l’influenza degli spiriti malvagi crebbe e divenne sempre più potente, così tanto da riuscire a influenzare persino l’incorruttibile mente degli stregoni Vestige. La loro natura magica divenne oscura, le loro abilità curative divennero veleno per i malati, e la meravigliosa flora e fauna si tramutarono in terrificanti orrori. Per salvare il loro mondo dalla caduta essi non avranno altra scelta che sacrificare il nuovo nato del loro (ormai ex) alleato: il Re Drakkorith Tyberiuth.

Questa fazione è votata al controllo, a match in cui la virtù predominante è la pazienza. Il loro punto di forza è quello di provare, e molto spesso riuscire, a limitare le mosse avversarie, costringendoli ad agire secondo i loro piani, ad esempio imponendo all’avversario degli scambi a lui sfavorevoli, mentre loro, lentamente, grazie alle innumerevoli creature infide e velenose, risucchiano la linfa vitale delle creature e del condottiero nemico. La meccanica di Acido infligge danno ad ogni turno, ma lo fa lentamente, indebolendosi ogni qualvolta un danno viene inflitto, ma allo stesso tempo può essere potenziata aggiungendo altro veleno. Una meccanica che inevitabilmente può portare sotto pressione l’avversario, spesso costringendolo a mosse protettive o preventive che possono spalancare alle creature Vestige le porte del nucleo nemico.

Queste dunque le caratteristiche delle fazioni nel nuovissimo gioco di carte collezionabili di Games Revolted in uscita entro fine anno. Per tutti gli approfondimenti, continuate a seguirci sulle pagine di VGN.it!

Contributor