Concrete Genie
Versione testata: PS4 Pro

Concrete Genie provato in anteprima all’E3 2018

A sorpresa, uno dei giochi più emozionanti che abbiamo avuto modo di provare nel corso dell’E3 2018 è stato Concrete Genie, esclusiva PlayStation 4 sviluppata da Pixelopus e in arrivo entro la fine dell’anno. Basato su di un concept preziosissimo, il gioco è entrato immediatamente nel nostro cuore. Vi spieghiamo perché nella nostra anteprima, con 17 minuti di gameplay che potete scoprire dal video seguente!

IMPARA L’ARTE

Voglio essere sincero: quando ho preso il pad in mano per provare il gioco nell’area stampa di Sony, non avevo ben chiaro che cosa mi sarei trovato a giocare. Nella mia mente altro non c’era che un vago ricordo di quel breve trailer d’annuncio che era stato mostrato per la prima volta durante la Paris Games Week. Tuttavia, sono stato molto fortunato: ho avuto infatti il piacere di giocare tutta la demo assieme a Dominic Robilliard, creative director, il quale mi ha saputo accompagnare con maestria nell’avventura, introducendomi al titolo e svelando anche diversi retroscena sullo sviluppo e sulle scelte stilistiche che sono state fatte per arrivare a questo risultato. Nonostante la proverbiale confusione del Convention Center, mi sono bastati pochi istanti per immedesimarmi nel racconto e, coadiuvato da un paio di cuffie e dalla voce guida del mio ‘Virgilio’, mi sono ritrovato all’interno di un quartiere grigio e cupo nella città di Concrete Genie.

La prova è durata quasi un’ora, durante la quale mi sono lasciato catturare dall’originalità stilistica con cui gli sviluppatori hanno deciso di narrare questa storia ovvero la vita di un adolescente come tanti alle prese con una società spietata e predatrice. Il riferimento in particolare è a un gruppo di bulli che ha preso violentemente di mira il giovane il quale, sconsolato e scoraggiato dal grigiume del mondo che lo circonda, è alla ricerca di un modo per evadere dalla realtà. Mescolando l’arte e la sua incredibile fantasia, il ragazzo cerca di fuggire dal mondo reale per rifugiarsi altrove e lo fa prima dipingendo oggetti e creature sulle pareti degli edifici e poi donandogli la vita e la capacità di comunicare con lui.

Concrete Genie anteprima

CREATIVITÀ

La sensazione d’empatia e l’immedesimazione che la narrazione riesce a trasmettere è veramente forte ed emozionante e ciò è dovuto principalmente al peculiare sistema di gioco, composto da una sapiente alternanza di azioni attive e passive che il giocatore è chiamato a compiere e subire. Con quest’ultime infatti si intende i comportamenti a cui l’utente è costretto a ricorrere per il bene del protagonista come, ad esempio, nascondersi sui tetti delle case e fuggire all’avvicinarsi dei bulli. Non c’è niente da fare, la fragilità del nostro protagonista e l’essere uno contro tanti lo rendono vulnerabile e, allo stesso tempo, fanno percepire una sensazione simile anche al giocatore il quale fa davvero di tutto pur di salvarsi ed essere lasciato in pace. La vera e proprio risposta del personaggio e del giocatore a questa situazione invece è quella di dipingere, ovunque capiti, tutto ciò che la fantasia del giovane riesce a immaginare. Ci sono degli oggetti come fiamme, alberi, aurore boreali, farfalle e così via che possono essere disegnati scegliendone dimensioni e densità grazie al giroscopio del controller (ci è stato detto che in futuro sarà implementata anche la possibilità di dipingere usando l’analogico destro, ndr) per dare vita e colore alle pareti cupe e scure degli edifici.

Le strade diventano così piene di luci, colori e riflessi e ciò, in effetti, rende il nostro amico più felice e sollevato. La vera e proprio perla però riguarda la possibilità di disegnare delle creature, in corrispondenza di zone indicate da appositi segni, a cui poi possiamo donare la vita e che possiamo tenere al nostro fianco. Ci è offerta la possibilità di scegliere lo stile e le dimensioni del corpo, dalle corna alla costituzione passando per l’eventuale coda o zampe. L’utente è il vero protagonista pertanto mette in gioco la propria fantasia e si emoziona ancora di più vedendo la sua creazione che prende vita davanti agli occhi luccicanti del giovane ragazzo. Una volta che la creatura si anima, dobbiamo prendercene cura disegnando ciò che ci chiede per renderla felice e, in cambio, riceviamo dei punti per caricare la nostra super abilità che permette di disegnare oggetti di dimensioni enormi per un breve periodo di tempo.

Concrete Genie anteprima 2

La contrapposizione tra il mondo reale, grigio e cupo e quello del giovane, pieno di luci e colori è evidente e, come ci ha fatto notare lo stesso sviluppatore, lo diventa ancora di più quando i bulli si avvicinano ai nostri dipinti, rendendoli automaticamente più smorti e meno luminescenti. La progressione nell’avventura poi procede mescolando momenti dolci come quelli in cui il ragazzo si prende cura di alcuni piccoli animali e brevi sezioni platform tra tetti, arrampicate e cavi.

Siamo rimasti davvero stupefatti da questo concept così interessante e toccante, dal variopinto stile grafico e dall’estrema peculiarità con cui il team ha deciso di approcciarsi a delle tematiche così delicate, pertanto non vediamo davvero l’ora di poter mettere le mani sulla versione completa del gioco quando uscirà, così come ci è stato promesso, entro la fine del 2018.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed