Gamescom 2019 Hub
FIFA 17
Versione testata: Xbox One

FIFA 17 – Provata la modalità Il Viaggio

La novità principale di FIFA 17 svelata dal team di Electronic Arts durante l’evento EA Play 2016 è senza ombra di dubbio The Journey, ribattezzata Il Viaggio nella sua riproposizione italiana. Un viaggio, appunto, che probabilmente abbiamo iniziato insieme la scorsa domenica, quando nel bel mezzo della conferenza, da un tunnel degli spogliatoi appena attrezzato sul palco, è emerso Alex Hunter. “Voi non conoscete il mio nome, o almeno non ancora. Ma state pur certi che presto lo conoscerete“.

FIFA 17: Il Viaggio

Questa la battuta finale dell’attore chiamato a impersonare il ruolo di un astro nascente della Premier League, a dimostrazione di quanto Electronic Arts stia abbia deciso di fare sul serio e cambiare le regole dei titoli sportivi con una modalità decisamente inconsueta per il genere di riferimento. Un impatto deciso sul mercato riservato ai titoli calcistici, capace probabilmente di offrire un’esperienza dalla spiccata originalità e senza precedenti. La premessa è d’obbligo: la modalità Il Viaggio ci è sembrata profonda e complessa, ma sarebbero necessarie ore e ore di gioco per darne un’impressione più precisa. Prendete dunque con cautela le nostre impressioni dopo aver speso una ventina di minuti al termine della prova di FIFA 17 su Xbox One.

THE JOURNEY

L’approccio de Il Viaggio è di quelli che non si dimenticano facilmente, soprattutto considerata la sua spiccata originalità. In questa modalità, vestirete i panni di Alex Hunter, un promettentissimo giovane calciatore, dal suo esordio in Premier League fino alla massima consacrazione calcistica, se sarete ovviamente sufficientemente bravi a supportarlo. Sì, perché il protagonista assoluto di questa modalità è il giocatore stesso: non dovrete soltanto scendere in campo e vincere, assolutamente no, ma piuttosto vivere per intero il viaggio del giovane Alex, anche e soprattutto fuori dal manto erboso, approfondendo anche gli aspetti meno legati alla vita sportiva dell’atleta.

Fama, successo, manager, compagni e auto di lusso. Le vostre prestazioni in campo e le decisioni prese fuori dal campo influiranno su tutto questo. Verrete buttati nella mischia per l’esordio in Premier League a 15 minuti dalla fine, con il risultato in parità. A ogni ingresso, la prestazione di Alex dovrà soddisfare determinati obiettivi, legati all’impegno sul campo, al coinvolgimento nella manovra di squadra, alla vittoria e ovviamente ai gol segnati.

FIFA 17: Il Viaggio

Ma anche le dichiarazioni degli spogliatoi, per esempio nelle interviste post-partita, influenzeranno il prosieguo del vostro cammino: entrare in polemica con il vostro mister o fare spogliatoio? Alzare la pressione mediatica o tenere il profilo basso? Un semplice ma efficace sistema di risposte multiple vi consentirà di indirizzare la carriera di Alex come meglio preferite in una delle venti squadre di Premier League, nella quale avrete a che fare, come già saprete, con i manager più importanti del campionato fedelmente riprodotti in game con cura certosina, come lo stesso José Mourinho, ospite della serata, ha avuto modo di confermare.

Una modalità dunque molto particolare, capace di introdurre elementi quasi ruolistici in un genere, quello calcistico, che mai si era avvicinato a tali sfaccettature se si escludono le modalità di carattere manageriale o titoli gestionali disponibili soprattutto su PC. Una componente dal forte impatto emotivo che, complice un comparto tecnico di livello assoluto e l’enorme potenziale del motore Frostbite, ma sopratutto il gameplay di altissimo livello a cui FIFA ha sempre abituato sul campo, potenzialmente potrebbe rivelarsi in grado di coinvolgere i fan offrendo innumerevoli ore di emozione e divertimento, utilissime a spezzare i ritmi della solita carriera da allenatore con la vostra squadra del cuore o dei tornei multiplayer tra amici.

Tuttavia, resta da stabilire la profondità che questa modalità sarà in grado di offrire sul lungo periodo, e le meccaniche che porterà nel corso di un’intera gestione oltre ai succitati dialoghi a risposta multipla. Le foto che trovate in questo articolo confermano una moltitudine di situazioni che il nostro Alex potrà vivere nel corso della sua avventura, ma non sappiamo se dopo dieci partite, la routine di eventi e comportamenti sarà effettivamente tanto varia da risultare sempre avvincente, e se al termine di una stagione il sogno, anzi, il viaggio della stella Hunter continuerà con nuovi elementi. In attesa di scoprirlo, vi ricordiamo che FIFA 17 è atteso per il 29 settembre nelle versioni PC, PlayStation 3, PS4, Xbox 360 e Xbox One.

> NON PERDERE L’ANTEPRIMA HANDS-ON DI FIFA 17 SU XBOX ONE!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed