Destiny: L’Era di Trionfo, guida alla sfida di Crota (La Fine di Crota)

Con l’arrivo de L’Era di Trionfo, ultimo evento di Destiny prima del lancio del sequel Destiny 2, Bungie ha aggiornato anche la seconda incursione dello sparatutto, La Fine di Crota, al livello Luce 390.

Dopo quella della Cantamorte, in questo articolo vi spiegheremo come portare a termine la sfida di Crota e guadagnare le nuove ricompense, come le armi esotiche affinate (le armi primarie con danno elementale) e gli ambitissimi Decori dell’Era di Trionfo.

In cosa consiste questa sfida? Semplice: dovrete uccidere Crota con un Impugnaspade sempre diverso. Lo stesso Guardiano non potrà utilizzare la spada per più di una fase di danno, richiedendo dunque almeno due (ma nella maggior parte dei casi, un minimo di tre) giocatori che dovranno affettare Crota a colpi di spada. Vale la pena sottolineare che per completare la sfida, chiunque fosse in possesso della spada non dovrà lasciarla fino al momento in cui questa non scomparirà automaticamente. Non potrete dunque lasciare temporaneamente la spada come Cacciatori Lama Danzante per colpire Crota con il pugnale e diventare invisibili, per massimizzare la fase di danno e il tempo a disposizione, pena il fallimento della sfida.

Ecco una strategia efficace per completare la sfida di Crota e ottenere le nuove ricompense.

Destiny: L'Era di Trionfo

Step 1

La prima parte del combattimento è simile all’originale: i sei guardiani devono radunarsi nella sala del Cristallo, salire sulla piattaforma centrale per attivare lo scontro e uccidere tutti i nemici dell’Alveare, facendo attenzione a non subire troppi danni, dal momento che il debuff Presenza di Crota impedirà la rigenerazione della salute. È buona norma cercare di ottenere quante più sfere di Luce per avere sempre la super abilità tra una fase di danno e l’altra, pertanto è consigliabile che un Cacciatore Predatore della Notte utilizzi la Scoccata dell’Ombra con Buco Nero per agganciare i nemici e generare più sfere, mentre gli altri compagni si occupano di portare al minimo la barra d’energia dei quattro Cavalieri maggiori, lasciando che uno Stregone Cantore del Sole utilizzi Radianza per ucciderli con le granate solari, generando almeno sei sfere di Luce per i propri alleati.

Una volta fuori, un giocatore dovrà raccogliere il Calice di Luce (che permette la rigenerazione della salute), per poi uccidere l’Impugnaspade e raccogliere la sua spada con cui colpire Crota, ma per prima cosa sarà necessario organizzare la squadra in modo tale da distogliere l’attenzione dei Cavalieri dal giocatore che dovrà impugnare la Spada. Un Titano Difensore dovrà posizionare la bolla Guardia dell’Alba (meglio se con il perk Benedizione della Luce, per dare uno scudo difensivo agli alleati) nei pressi di una delle due porte da cui uscirete verso l’esterno, vicino alla colonna di fianco alle scale che portano giù verso il centro. Questa bolla posizionata in modo strategico farà sì che i Cavalieri provino a colpire i Guardiani, che dovranno posizionarsi nei pressi del bordo centrale (non più accessibile dopo l’update 2.6) da cui sparare Crota con il lanciarazzi per mandarlo al tappeto. Sono sufficienti tre colpi di Gjallarhorn scagliati da dei giocatori a livello Luce 400, ma per sicurezza è sempre meglio che tutti e cinque i Guardiani che non dovranno utilizzare la spada lancino un colpo di Gjallarhon contro Crota per evitare spiacevoli sorprese.

Il giocatore con la Spada dovrà colpire Crota non appena si sarà inginocchiato, optando a scelta per tre colpi con R2/RT (attacchi pesanti, ma più lenti), due combo R1-R1-R2 (RB-RB-RT su Xbox One) oppure sei colpi singoli con R1/RB prima di spostarsi e avvertire i compagni, che dovranno essere pronti a colpire nuovamente Crota con un colpo di Gjallarhorn a testa. Una delle particolarità della revisione effettuata da Bungie è che la Superanima ora comparirà dopo ogni prima fase di danno a Crota, e non se un giocatore dovesse morire. È importante che gli alleati incaricati di sparare Crota lancino un razzo prima di concentrarsi sulla Superanima, che dovranno colpire con un fucile di precisione ad alto impatto (EX MACHINA~ è sempre la soluzione più adatta per questo genere di situazioni). A questo punto, l’Impugnaspade dovrà colpire nuovamente Crota con una delle tre modalità descritte sopra prima di scappare e tornare dagli alleati, condividendo con loro il Calice di Luce per recuperare energia.

Destiny: L'Era di Trionfo

Step 2

Lo stesso procedimento dovrà essere ripetuto più volte, a seconda del numero di fasi con cui ambite a uccidere il boss: uno spadaccino abile può dimezzare l’energia di Crota in una fase di danno, permettendovi di completare la sfida in due fasi, a patto però di incaricare un Titano Difensore di attivare una Guardia dell’Alba con il perk Armi della Luce. Questa dovrà essere posizionata sulle rocce da cui l’Impugnaspade salta per raggiungere la posizione di Crota, permettendogli così di infliggere più danni.

Ricordate: il secondo Impugnaspade deve essere diverso dal primo, e nel caso in cui il danno inflitto non sia tale da uccidere Crota in due fasi, il terzo Impugnaspade dovrà essere diverso dal primo e dal secondo. Attenzione: vi consigliamo di non esagerare con il danno inflitto a Crota nel caso in cui non foste sicuri di ucciderlo in due fasi, perché superata una certa soglia di danno, attiverete la modalità Furia, che genererà una Superanima da cui non potrete assolutamente sfuggire. Infliggere troppi danni quando la Spada di Crota è ormai prossima a esaurirsi farà sì che la Superanima si attivi, lasciandovi indifesi: in questi casi  fallirete lo scontro e dovrete ricominciare la sfida dall’inizio.

Meglio piuttosto infliggere intenzionalmente meno danni del previsto durante la seconda fase di danno, per far sì che un terzo spadaccino possa dare il colpo di grazia al boss. Nel periodo tra la seconda e terza fase di danno, una coppia di Orchi compariranno dalle porte che si trovano al di sotto delle due torri su cui ci sono i Cavalieri: tutti i giocatori dovranno raggrupparsi in una delle due torri e uccidere il primo Orco maggiore con armi pesanti (spade o il solito Gjallarhorn), per poi colpire l’altro a distanza a colpi di fucile di precisione. Una volta uccisi, tornate ai vostri posti facendo attenzione agli Schiavi esplosivi che troverete in abbondanza sul vostro cammino. Affidate a una terza persona il compito di uccidere l’Impugnaspade e raccogliere la sua spada, colpite Crota con un colpo di Gjallarhorn a testa e attendete che il vostro alleato abbia inflitto la prima fase di danno per poi colpire ancora una volta Crota, non preoccupandosi della modalità Furia né tantomeno della Superanima. Se tutto va come previsto, dovreste essere in grado di uccidere il figlio di Oryx e ottenere le nuove ricompense, tra cui le armi primarie con il danno elementale e i Decori dell’Era di Trionfo. Buona fortuna!

Altre guide alle sfide delle incursioni de L’Era di Trionfo

La Volta di Vetro

La Fine di Crota

La Caduta di un Re

Furia Meccanica