Non si può dire che Blizzard Entertainment non abbia provato a convincere i suoi utenti a lasciarsi Battle.net alle spalle, ma è evidente che anni e anni trascorsi a usufruire del servizio abbiano ormai reso il nome della sua piattaforma così popolare da spingere l’azienda ad annullare la recente opera di trasformazione, abbandonare il nome di Blizzard tech e tornare sui suoi passi. Lo ha reso noto la stessa azienda in un post sul suo blog ufficiale.

Dopo 20 anni, dunque, Battle.net continuerà a chiamarsi Battle.net e tra poco più di un mese vedrà l’esordio del primo titolo non-Blizzard in assoluto, ovvero Destiny 2. Lo shooter di Bungie sarà disponibile il 24 ottobre, ma gli utenti di Battle.net potranno già testarne le funzionalità in occasione dell’imminente beta che si terrà alla fine di agosto, disponibile in anticipo per coloro che prenoteranno il gioco.