In una recente intervista concessa a Eurogamer, il director Tomasz Gop ha affermato che i lavori relativi a Lords of the Fallen 2 sono a un punto fermo, in quanto al team di sviluppo è mancato il supporto da parte di City Interactive Games.

Nel dettaglio, Gop ha rivelato che ha lavorato al sequel del gioco per circa due anni, per poi vedere il progetto letteralmente accantonato dopo la riduzione del team di sviluppo e del budget messo a disposizione per la produzione.

Uno dei motivi che ha probabilmente causato lo slittamento forzato dei lavori può essere attribuito all’uscita recente di Sniper Ghost Warrior 3, titolo su cui CI Games ha puntato praticamente tutte le proprie risorse.

Successivamente, è stato interpellato in merito alla vicenda anche Marek Tyminski di CI Games, il quale ha confermato che da parte loro non c’è nessuna imposizione agli sviluppatori di realizzare titoli tripla-A, ma la qualità del prodotto può e deve uscire fuori anche da produzioni minori.

Allo stato attuale delle cose, la software house è ancora alla ricerca dell’accordo con Deck 13, studio tedesco che si è occupato in parte della produzione del primo Lords of the Fallen, attualmente comunque impegnati con il supporto del loro ultimo titolo pubblicato, The Surge.

Infine, Tyminski si è rivelato abbastanza positivo sui tempi di pubblicazione del sequel, affermando che secondo lui l’uscita non avverrà oltre i prossimi due anni, in quanto lo stato attuale dei lavori è abbastanza avanzato e il tutto si può facilmente risolvere con un minimo di supporto in più anche da team esterni.

Cosa vi piacerebbe vedere nel nuovo capitolo di Lords of The Fallen? Fatecelo sapere nei commenti!