Nonostante manchino ancora diversi mesi dall’arrivo sul mercato di Super Mario Odyssey, il director Kenta Motokura ha rilasciato nuove informazioni sul titolo grazie a un’intervista concessa nelle scorse ore a Vice Canada.

Motokura ha confermato che l’incipit narrativo sarà quello che ha sempre contraddistinto la serie, ovvero Mario impegnato nel salvataggio della Principessa Peach.

Per farlo, dovrà esplorare una serie di luoghi molto diversi tra loro che lo porteranno ad acquisire di volta in volta maggiore consapevolezza dei propri mezzi sfruttando l’apprendimento di nuove abilità per il suo fido compagno, il cappellino Cappy.

“Come giocatori, non abbiamo ancora esplorato tutti i posti che volevamo, e non abbiamo scoperto tutti quelli possibili. Crediamo che, attraverso questo gioco, saremo in grado di offrire un’esperienza differente ad ognuno di voi.”

Il director ha successivamente svelato che nel titolo ci saranno molti riferimenti ai vecchi giochi del franchise, come ad esempio l’alternanza tra momenti in 2D e quelli in 3D.

Infine, data la presenza di esseri umani disegnati con uno stile completamente diverso dal protagonista, tanto da farlo sembrare quasi un pupazzo animato, è stato chiesto a Motokura se davvero Mario possa essere considerato umano. Il director ha confermato che Mario viene considerato dal team di sviluppo a tutti gli effetti un essere umano, giustificando la sua diversità con la seguente frase: “Sapete, nel mondo ci sono tanti tipi di persone differenti no?”

Super Mario Odyssey sarà disponibile dal prossimo 27 ottobre in esclusiva Nintendo Switch, per maggiori informazioni sul titolo non perdetevi la nostra anteprima direttamente dall’E3 2017.