In una recente intervista concessa ai colleghi di Cogconnected, Cory Barlog di Santa Monica Studio ha diffuso maggiori dettagli relativi alla componente narrativa di God of War.

Il director ha confermato che l’incipit del nuovo capitolo della serie sarà abbastanza diverso rispetto al passato: Kratos sarà infatti costretto a confrontarsi con un lato più umano di sé stesso, grazie anche alla presenza del figlio Atreus, che lo accompagnerà nel corso della sua avventura.

Nello specifico, il ragazzino potrà essere chiamato in causa in qualsiasi momento dell’azione in modo da aiutare Kratos durante i combattimenti. Inoltre, il ragazzo potrà essere istruito con nuove abilità che si sbloccheranno andando avanti nell’avventura di gioco.

Atreus avrà la capacità di leggere e apprendere la lingua nordica, cosa che permetterà di distinguere alleati da nemici (basti pensare al serpente visto nel trailer dell’E3 2017, inizialmente scambiato per un nemico da Kratos, e poi rivelatosi un alleato proprio grazie alle capacità del figlio)

Infine, Barlog ha affermato che la storia dei vecchi capitoli non verrà abbandonata del tutto, ma verrà riconsiderata in alcune sequenze che collegheranno Kratos al suo passato.

God of War sarà pubblicato nei primi mesi del 2018 come esclusiva PlayStation 4, rimanete con noi per conoscere nuove informazioni sul gioco in arrivo prossimamente.