Qualche giorno fa vi avevamo riportato la decisione da parte di Ubisoft di rimuovere la mini-mappa e le torri radio da Far Cry 5.

Drew Holmes, lead writer del titolo, ha spiegato ai colleghi di GamingBolt, che la decisione di privare il nuovo capitolo di una mini mappa è nata per indurre i giocatori a esplorare maggiormente il mondo di gioco.

“Credo che aiuti a esplorare maggiormente. In Far Cry 3 e Far Cry 4 si riduceva tutto a un “l’unico modo per scoprire tutte le attività presenti nell’area è quello di scalare la torre, premere un pulsante e far apparire tutto sulla mappa.” Adesso vogliamo focalizzarci sull’esplorazione in modo che il giocatore non sappia cosa fare e dove andare”.

“Quando ambienti un gioco in un luogo familiare come il Montana, la domanda che ti poni è “cosa farei se fossi in questa situazione? Proverei a incontrare le persone del luogo per scoprire se possono essermi d’aiuto. Oppure andrei in una città a controllare se c’è qualche attività da fare. L’obiettivo è stato davvero quello di liberarci delle torri in modo da costringere il giocatore a interagire con la gente e a prestare attenzione a ciò che lo circonda. Un modo di pensare molto intuitivo e realistico,  “se qui c’è una città, allora in fondo alla strada ci sarà una pompa di benzina”.

Far Cry 5 sarà disponibile dal 27 febbraio su PC, PS4 e Xbox One, nell’attesa di nuovi dettagli vi invitiamo a scoprire le nostre prime impressioni dopo la prova effettuata durante l’E3 2017.