Nelle scorse ore, Square-Enix ha diffuso una nota agli investitori in cui rivela di voler rinunciare alla proprietà di Io-Interactive, la software house danese creatrice della saga HITMAN.

L’obiettivo di Square-Enix è di risollevarsi dalle perdite registrate nell’anno fiscale 2016/2017 terminato lo scorso 31 marzo, che ha visto un passivo di 4,898 milioni di yen per la casa giapponese. L’azienda è attualmente in fase di negoziazione con diversi publisher interessati ad acquisire Io-Interactive, sebbene non possa garantire che l’affare vada in porto.

Ciò che più preoccupa è il futuro della saga con protagonista l’Agente 47, dato che nel 99% dei casi Square-Enix manterrà i diritti sul franchise HITMAN e Io-Interactive sarà costretta ad abbandonare il suo brand, dopo averlo creato e portato al successo planetario nel corso di diciassette lunghi anni. Difficile immaginare un capitolo della serie HITMAN in mano a un altro team di sviluppo, in particolare nel caso in cui Square-Enix dovesse optare per sostituire Io-Interactive con un team giapponese, per quello che è un brand di estrazione tipicamente occidentale.

È possibile che queste difficoltà abbiano spinto Io-Interactive a entrare in silenzio radio e rimandare qualsiasi discorso sulla Season Two di HITMAN, dopo l’ottimo successo della prima stagione. Naturalmente vi terremo aggiornati in caso di ulteriori informazioni sulla vicenda.