LEGO Marvel Super Heroes 2 provato all’E3 2017

Sin dal lancio del primo videogioco LEGO dedicato agli eroi Marvel, tantissimi personaggi della Casa delle Idee si sono avvicendati nel ruolo di protagonisti dei giochi targati Traveller’s Tales Games, portando in vita le avventure viste e vissute in anni di fumetti e film. Con l’espansione del Marvel Cinematic Universe, che dall’uscita del primo Iron Man (2008) ha incrementato notevolmente il numero di eroi e villain a fare la loro comparsa sulla scena, era inevitabile che la software house decidesse prima o poi di dare un seguito a LEGO Marvel Super Heroes e LEGO Avengers, introducendo nel roster anche personaggi relativamente “nuovi” come Doctor Strange, Black Panther, Captain Marvel e i Guardiani della Galassia.

Proprio i Guardiani spaziali sono stati protagonisti della demo di LEGO Marvel Super Heroes 2 che abbiamo potuto provare all’E3 2017 di Los Angeles nel booth di Warner Bros. Games. Scopriamo com’è andata.

LEGO Marvel Super Heroes 2

STAR-LORD E SOCI

La prima parte del livello testato a Los Angeles ci ha permesso di utilizzare tre dei protagonisti di Guardiani della Galassia, ovvero Star-Lord, Drax e Gamora. Come da tradizione, ognuno di questi personaggi può vantare abilità specifiche che torneranno utili per superare i numerosi puzzle che TT Games ha disseminato lungo l’avventura. Il prode Star-Lord può volare e lanciare granate esplosive a mo’ di frisbee, mentre Drax può sferrare un devastante attacco corpo a corpo. Il primo obiettivo è di evitare la distruzione della propria astronave, in una sezione che a onor del vero ci è apparsa fin troppo caotica, con una certa difficoltà nell’individuare un oggetto specifico che, se distrutto grazie all’abilità di Star-Lord, ci avrebbe permesso di creare una costruzione LEGO con cui impedire la distruzione dell’astronave. Nel corso della prova ci siamo resi conto che non si trattava di un caso isolato, ma di una sensazione condivisa da buona parte dei presenti.

Grazie all’aiuto di una sviluppatrice del gioco, che ci ha guidato alla risoluzione del puzzle per evitare di sprecare tutto il tempo a disposizione nella stessa sezione della demo, siamo riusciti a passare alla fase successiva, che consisteva nello scontro con un gigantesco boss. Tuttavia, crediamo che TT Games dovrà ascoltare i feedback dei presenti e rendere più chiaro l’obiettivo, oltre che gli oggetti con cui è possibile interagire, dato che il pubblico per cui (in teoria) il gioco è concepito potrebbe trovare troppo frustrante l’esperienza attuale.

A questo punto, sono entrati in campo anche Rocket Racoon e Baby Groot, che hanno contribuito a distruggere i vari minion mentre Drax, Gamora e Star-Lord si occupavano di attaccare il boss. Oltre a dover ricostruire i mezzi offensivi della nostra astronave, con cui sparare il nemico per renderlo vulnerabile, abbiamo dovuto spedire Drax e Star-Lord su uno degli arti del gigantesco robot, sfruttando il primo per mantenere una piattaforma attiva e il prode Star-Lord per saltare sulle spalle del nemico, premere alcuni interruttori e rendere vulnerabile il suo cuore. A questo punto, usando l’abilità speciale di Star-Lord, siamo riusciti a causare un’esplosione del nucleo, portando il robot a ritirarsi e lasciare il mondo di Chronopolis.

LEGO Marvel Super Heroes 2

SENSAZIONI CONTRASTANTI

In generale l’esperienza di LEGO Marvel Super Heroes 2 è sembrata molto simile agli episodi precedenti creati da TT Games, con uno stile di gioco familiare che non sembra voler proporre innovazioni significative. D’altra parte, è difficile immaginare un prodotto il cui target è decisamente studiato per un pubblico più giovane con uno stile di gioco diverso da quanto realizzato dalla software house: alla fine cambiano le situazioni, i personaggi coinvolti e le ambientazioni, ma il gameplay resta quello classico, semplice e immediato di sempre. Con puzzle che a volte mettono in difficoltà anche i più grandi, poteri e abilità speciali differenti per ognuno degli eroi e villain Marvel, e il solito humour che ci accompagnerà per tutto il corso dell’avventura, realizzata dallo sceneggiatore Kurt Busiek.

Personalmente avrei gradito qualche novità più di rilievo, ma non è da escludere che nel corso della campagna ci sia spazio per qualche momento completamente diverso (come già accaduto in passato), magari sfruttando l’uso di personaggi diversi come Gladiator Hulk, Captain America in versione Cowboy e lo Spider-Man del 2099. Per scoprirlo, però, bisognerà attendere almeno la Gamescom 2017 di agosto, quando verosimilmente dovremmo avere l’opportunità di mettere nuovamente le mani sul gioco. L’uscita di LEGO Marvel Super Heroes 2 è prevista per il 17 novembre su console e dispositivi mobile.